Lavorazione

Lavorazione

Oilivis è una filiera cortissima: tutti i processi di lavorazione e trasformazione avvengono all’interno dell’azienda.

Questo permette di offrire prodotti genuini e naturali di alta qualità.
Oilivis coltiva circa 10 ettari di olivi, costituiti soprattutto dall’Ogliarola garganica, ma anche da altre varietà come Leccino e Picholine.

Tutte le fasi della lavorazione sono controllate con dedizione.

Si inizia da quella che è la ‘’mignolatura’’, che consiste nella formazione di infiorescenze a grappolo, dette appunto mignole, per arrivare poi alla ‘’fioritura’’ nel periodo primaverile.

È solo nella fase della ‘’allegagione’’, dopo l’uso del rame e di trattamenti preventivi contro la tignola, che il frutto si forma.
Intorno al mese di settembre si entra nella fase della ‘’invaiatura’’, periodo in cui l’oliva inizia a cambiare colore, dal verde al giallo, al viola scuro. Importante è la concimazione e l’irrigazione per ingrossare il frutto.

L’ultima fase è quella della ‘’maturazione completa’’, che in base alle condizioni climatiche, avviene tra novembre-dicembre-gennaio.

È il periodo in cui vengono effettuati controlli di maturazione attraverso l’analisi della curva sigmoidale della drupa: è questo il momento in cui ha inizio la raccolta.

Quest’ultima viene effettuata con l’utilizzo di tecnologie all’avanguardia che permettono di ridurre al minimo le lesioni della pianta e delle olive per preservarne la qualità.
In meno di 12 ore le olive da olio arrivano al frantoio, quelle da tavola sono trasferite al laboratorio di trasformazione.